Progetti Attivi

 

“Progetti del Cuore”

Ripartono a Cremona e Crema i "Progetti del cuore", grazie ai quali la Fondazione Dopo di Noi: Insieme, potrà disporre ancora per quattro anni del pulmino a servizio dei disabili della Casa Famiglia. 

Il mezzo sarà utilizzato per il trasporto ai centri diurni e per le uscite durante i fine settimana. 

Un grazie di cuore alle ditte coinvolte, a “Progetti del Cuore”  e ad ANMIC.

"All’Associazione Anmic Cremona sarà dato un mezzo attrezzato per il trasporto dei giovani e delle famiglie in difficoltà.

Ripartono a Cremona e a Crema i “Progetti del Cuore”, per garantire il servizio di trasporto sociale gratuito ai ragazzi in difficoltà e alle famiglie del nostro comune. Il progetto era partito per la prima volta quattro anni fa e aveva visto la realizzazione di un mezzo di trasporto, un Fiat Doblò, completamente attrezzato per lo spostamento dei ragazzi in difficoltà, delle famiglie e delle persone diversamente abili del territorio. A beneficiare dell’automezzo era stata l’Associazione Anmic Cremona che da quest’anno continuerà ad averlo a disposizione, per il trasporto di coloro che sono in stato di necessità. Sul nostro territorio, infatti, prosegue con continuità il servizio di mobilità gratuita, che sarà attivo per altri quattro anni, durante i quali il mezzo sarà dato attrezzato e garantito in maniera integrale: dall’allestimento, alla gestione delle spese (come ad esempio l’assicurazione compresa di copertura casco).

“Avere un mezzo attrezzato per il trasporto dei nostri ospiti è per noi di fondamentale importanza – spiega il Vice Presidente Costante Agazzi – Il mezzo di trasporto verrà utilizzato principalmente nella zona di Cremona e quando sarà necessario anche nella zona di Crema. Il tipo di trasporto che garantiamo è l’accompagnamento dei disabili della Fondazione Dopo di noi: Insieme di Cremona dalla casa famiglia ai centri diurni e nelle uscite durante i fine settimana. Ma il mezzo verrà utilizzato anche a Crema dove abbiamo tanti ragazzi disabili che necessitano di questo servizio. Avere un mezzo attrezzato che permetta loro di andare in giro – conclude Agazzi - ci consente di andare incontro alle esigenze di tutti”.

A sostenere il progetto anche Annalisa Minetti, che presenta l’iniziativa nell’ambito dei “Progetti del Cuore”: “La mia esperienza personale mi ha resa particolarmente sensibile a tutte le iniziative con cui si cerca di migliorare la vita dei cittadini diversamente abili, al punto di avermi guidato verso i “Progetti del Cuore” come quello che si sta portando avanti a Cremona e a Crema: la vocazione di questa iniziativa è di contribuire a risolvere il problema, sempre più stringente per l’Amministrazione pubblica e per le associazioni di volontariato, della destinazione di fondi per l’acquisto di mezzi da trasformare e adibire al trasporto dei cittadini con disabilità o ridotta capacità motoria”.

Sarà proprio grazie alla partecipazione della attività locali che potrà essere garantita l’esistenza di questo un servizio, che corrisponde ad una necessità imprescindibile sul territorio. Le aziende potranno trasferire sul proprio marchio il valore aggiunto di questo nobile servizio, ricevendo in cambio un sicuro riconoscimento da parte della comunità. Proprio in questi giorni la società incaricata “Progetti di Utilità Sociale” si occuperà di informare i titolari della attività economiche sulle caratteristiche dell’iniziativa."


La Fondazione “Dopo di Noi: INSIEME” dispone di posti per volontari del Servizio Civile.

- Il servizio è aperto a giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni, prevede un compenso di Euro 433,80 mensili per un impegno di 30 ore settimanali e ha la durata di un anno.

- Le domande devono essere presentate all’Ufficio Protocollo del Comune di Cremona entro le ore 18 del 28 settembre 2018. Per informazioni inerenti la presentazione della domanda, consultare il sito del Comune di Cremona.

- Per informazioni inerenti il Servizio presso la Casa Famiglia gestita dalla Fondazione, telefonare ai numeri 333 6345738 oppure 335 6246213.



"Durante Noi"

 Week end di sollievo

Dal 2011 abbiamo avviato il progetto "Durante Noi", dapprima utilizzando l'appartamento concesso in comodato dal Comune alla Cooperativa Sociale Lae; successivamente - da febbraio 2015 - usufruendo in comodato da Anffas Paolo Morbi di un appartamento in via Dante, 160, il che ci consente la prosecuzione del progetto anche dopo l’apertura in via Piave della Casa Famiglia di Lae 2. Il rapporto di collaborazione tra "Dopo di Noi: Insieme" ed "Anffas Paolo Morbi" consente alle famiglie di portare avanti l’esperienza delle modalità “dolci” di distacco oltre che dare risposta a richieste di sollievo. Altro obiettivo importante che ci siamo prefissati è quello consentire a persone disabili di sperimentare ambienti di vita differenti da quello familiare. Oltre quindici disabili gravi e gravissimi affrontano, mediamente per un week end al mese, il distacco dai rispettivi ambiti famigliari e l'esito è molto positivo.